· Città del Vaticano ·

Comunicazione e partecipazione “social”

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 settembre 2021

Una delle principali sfide consisterà non solo nel potenziare la comunicazione, ma nel favorire la partecipazione social a questo evento, in risposta all’invito del Santo Padre: «Tutti potranno partecipare, anche coloro che non potranno venire a Roma».

Le famiglie di ogni continente, oltre agli incontri in presenza organizzati a livello locale, avranno la possibilità di sentirsi vicine, seguendo l’Incontro mondiale di Roma con il computer o lo smartphone. Il cammino di preparazione sarà allo stesso modo reso disponibile per tutti in modalità digitale, grazie al sito www.romefamily2022.com. Ai delegati riuniti in presenza si aggiungeranno quindi migliaia di partecipanti.

Tutti i momenti dell’Incontro mondiale potranno essere seguiti in streaming sui canali social. L’incontro inaugurale con il Papa, cioè il Festival delle famiglie del 22 giugno 2022 nell’Aula Paolo vi , sarà trasmesso in mondovisione, come pure la santa messa di sabato 25 giugno pomeriggio con tutte le famiglie di Roma in piazza San Pietro, e l’Angelus del giorno dopo con il mandato alle famiglie di tutto il mondo.

Il sito internet, in questi mesi di avvicinamento, servirà principalmente per diffondere contenuti che possano aiutare le diocesi, i movimenti, le associazioni, a organizzare eventi, riflessioni e incontri nelle comunità locali. Ci sarà uno spazio per le sette catechesi, che saranno pubblicate progressivamente, alle quali saranno collegati dei video con testimonianze. Una sezione del sito è dedicata a raccogliere i materiali prodotti dalla diocesi di Roma e dal Dicastero, a disposizione di tutti e scaricabili gratuitamente: loghi, video, testi, suggerimenti. Un’altra sezione è invece riservata all’aiuto concreto ai tre progetti romani che sostengono le famiglie in difficoltà, di cui ha parlato prima il cardinale De Donatis.

Per quanto riguarda la strategia social abbiamo optato per un approccio consono alla modalità diffusa e multicentrica. L'obiettivo è di coinvolgere quanti più profili social possibili per condividere con loro il nostro hashtag #wmof22 e diffondere così i nostri contenuti. Tra questi, oltre ai video che affronteranno i temi delle catechesi, ci saranno alcune interviste alle famiglie romane, testimonianze di famiglie di altri continenti, alcune storie di famiglie sante, etc.

Ci impegneremo per essere veramente vicini a tutti, soprattutto a coloro che per diversi motivi non potranno spostarsi, consapevoli che, come dice il Santo Padre, «la rete con le sue innumerevoli espressioni social può moltiplicare la capacità di racconto e di condivisione» (Messaggio per la Giornata mondiale delle comunicazioni sociali 2021).

di Walter Insero