· Città del Vaticano ·

Solo Dio è morto?

29 settembre 2021
di Antonio Staglianò La famosa battuta di Woody Allen — «Dio è morto, Marx è morto, Freud è morto … e anche io oggi non mi sento tanto bene» — è sicuramente un esempio di come si possa intervenire con linguaggio pop su questioni decisive (filosofiche) per la nostra civiltà europea, riflettendo in modo profondo sulla crisi che sta attraversando non soltanto la religione o il cattolicesimo, ma la stessa convivenza civile. Dopo la “morte di Dio” (e di tutti gli altri, anche di chi ne ha cantato il ritornello, immaginando un futuro da “superuomini”), l’umano dell’uomo non sta bene, non gode di buona salute e la sua resistenza nella vita non è più tanto sicura. Non è che per effetto “domino”, la morte culturale di Dio si è trascinata con sé anche la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno