· Città del Vaticano ·

Il direttore Ghebreyesu: «Chiediamo perdono»

Operatori Oms accusati di abusi nella Repubblica Democratica del Congo

29 settembre 2021
Ginevra , 29. Stupri e molestie sarebbero stati compiuti nella Repubblica Democratica del Congo dagli operatori umanitari dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) impegnati nella missione per debellare l’Ebola nel Paese africano. I presunti abusi sono stati denunciati in un rapporto pubblicato ieri e redatto da una commissione d’inchiesta indipendente nominata dall’Oms. Il personale dell’agenzia Onu avrebbe abusato sessualmente di decine di donne e uomini. «Un tradimento delle persone che serviamo», ha affermato ieri il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, definendo il rapporto «sconvolgente» e dicendosi «inorridito». Rivolgendosi direttamente alle vittime ha chiesto perdono alle persone che, ha detto, avrebbero dovuto essere protette e tutelate. I comportamenti descritti in ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno