· Città del Vaticano ·

Cento poesie per cento anni

Guardare ad occhi chiusi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 settembre 2021
Pubblichiamo uno stralcio dalla prefazione al libro «Chiudere gli occhi e guardare. Cento poesie per cento anni» di Elena Bono, appena uscito nella collana Narratori dell’editore Ares, a cura di Stefania Segatori, Francesco Marchitti e Silvia Guidi (Milano, pagine 192, euro 15). I grandi scrittori nutrono un rispetto sacro per la parola. È l’aggettivo che va sostanziato, perché determina la differenza. La parola è realtà, la realtà diventa parola. È il Logos, il verbo che sta all’inizio di tutto. Ne derivano di necessità scelte rigorose, consapevoli, sofferte. E che sempre hanno come esito una musica, un canto: una poesia, appunto. Solo a una parola forgiata si può affidare un materiale narrativo incandescente, che raggiunge il lettore in maniera frontale, senza ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno