· Città del Vaticano ·

Sei imbarcazioni di migranti

A Lampedusa

28 settembre 2021
Lampedusa, 28. Arrivano da Egitto, Ciad, Marocco, Siria, Bangladesh, Sudan, Nigeria, Etiopia e Senegal: quando il peschereccio scortato fino alle coste di Lampedusa, lascia scendere i suoi 686 passeggeri, sulla banchina, in un attimo, si raduna mezzo mondo. Lo si è visto poco dopo l’una del mattino ed era solo l’inizio di una lunga nottata in cui gli sbarchi di migranti sull’isola si sono succeduti fino all’alba. In tutto altri cinque barchini, con altri 117 disperati a bordo, arrivati a singhiozzo sulla scia della barca più grande, tutti in partenza dalla Libia, sovraccarichi e fatiscenti. La Guardia Costiera li ha intercettati ed ha preso a bordo le persone che rischiavano di andare a fondo. Al sorgere del sole sull’isola c’erano altre 803 persone naufraghe, a fronte di strutture adatte a numeri assai inferiori. Il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno