· Città del Vaticano ·

Da Haiti in cerca di speranza

Tapón del Darién, la giungla fra le Americhe

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
25 settembre 2021
Panama City, 25. Altri nove migranti muoiono nella micidiale giungla del Darién che taglia in due l’istmo del continente americano con uno dei luoghi più impervi, inaccessibili e insidiosi del pianeta. Spesso le vittime del Darién, in marcia dalla Colombia a Panamá, scompaiono senza che se ne abbia notizia. In questo caso la testimonianza di una sopravvissuta, una donna di Haiti che viaggiava con un gruppo di connazionali, ha consentito almeno di ritrovare i corpi ed abbozzare una ricostruzione. Fra le infinite morti violente possibili nel Darién, i nove migranti sono stati trascinati via dalla piena di due fiumi, ha riferito l’ufficio del procuratore della provincia. Fra di loro un bambino piccolissimo, portato via dall’acqua. Per dare un’idea del fenomeno basti ricordare che 80.000 persone sono ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno