· Città del Vaticano ·

«Vogliamo solo andare a scuola»

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 settembre 2021
Che cosa sta accadendo in queste ore in Afghanistan in relazione all’istruzione? Nelle scuole medie e in quelle superiori le donne restano fuori, secondo le nuove disposizioni dell’Emirato talebano. Per le strade di Kabul, una ventina di donne in burqa sfilano a favore di queste disposizioni, ma sono talmente silenziose, nella loro manifestazione di piazza, da insinuare un forte dubbio sulla veridicità di quelle esternazioni, che peraltro lasciano solo un senso di profonda amarezza. Intanto gli ultimissimi dati Unesco sono chiari: mentre non c’erano quasi ragazze nella scuola primaria nel 2001, nel 2018 ve ne erano 2,5 milioni. «La posta in gioco in Afghanistan è l’assoluta necessità di preservare i progressi ottenuti nell’istruzione», ha affermato Audrey Azoulay, direttore generale dell’Unesco. Un ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno