· Città del Vaticano ·

Macron convoca una conferenza internazionale

In Libia l’Alto consiglio respinge la sfiducia al governo

22 settembre 2021
Tripoli , 22. Appare sempre più incerto il processo politico in Libia. Il controverso voto di sfiducia parlamentare al governo di unità nazionale ad interim da parte della Camera dei rappresentanti di Tobruk rischia di mettere a repentaglio le elezioni legislative e presidenziale previste per il 24 dicembre, come auspicato dall’Onu. Ma a smantellare la legittimità del voto, definito «nullo e non valido», è intervenuto l’Alto consiglio di Stato libico (Hsc). L’organismo, che svolge la funzione del Senato in Libia, ha respinto i provvedimenti di revoca della fiducia al governo del premier Abdulhamid Dabaiba. La procedura, spiega, «viola la Dichiarazione costituzionale e l’accordo politico» del 2015. Il voto arriva a due settimane dalla ratifica della controversa legge elettorale. Il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno