· Città del Vaticano ·

Ufficio oggetti smarriti

Il cialtrone nei panni dell’eroe

21 settembre 2021
D’ estate la tv pensa di non avere nessuno davanti a lei. Per questo è così bella. Per qualche mese infatti la dittatura del “gusto” o della “sensibilità dell’epoca” vengono sospese e riprende quella, infinitamente meno dolorosa, della qualità. Il pensiero che tutti gli italiani siano al mare o in vacanza e che di fatto davanti allo schermo ci siano solo i vecchi consente agli spettatori effettivamente rimasti davanti alla tv di godere di alcuni dei migliori film del cinema italiano. Segnatamente ci riferiamo a quel periodo d’oro che sta fra gli anni Cinquanta e la fine degli anni Sessanta. Quando la commedia era una cosa seria. Quando il cinema faceva sorridere di cose sulle quali, da ridere, c’era ben poco. I nostri vizi, i nostri tic, quelle piccole miserie sulle quali siamo sempre stati di manica larga ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno