· Città del Vaticano ·

Al suono della cetra

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
21 settembre 2021
Fedeli e turisti riempiono Assisi: «Mai vista tanta gente come in queste settimane, neppure prima del lockdown», ripetono all’unisono il ristoratore, il commerciante di souvenir, il tassista. La fila per entrare in basilica fa il giro di tutto il colonnato e lunga è l’attesa anche per entrare in Santa Chiara; soprattutto i più giovani, invece, sciamano verso piazza del Vescovado dove, nel santuario della Spogliazione, che ricorda per l’appunto il denudarsi di Francesco dai beni terreni, è sepolto il beato Carlo Acutis. E in tanti allungano il passo di un centinaio di metri, giusto il necessario per infilarsi in un edificio sotto il livello della strada, un po’ anonimo dall’esterno; ma, una volta dentro, ecco che si spalanca un mondo di preghiera e silenzio, di serenità e di pace interiore. È ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno