· Città del Vaticano ·

L’innocenza rubata

Bimba cristiana violentata in Pakistan

20 settembre 2021
Islamabad , 20. In Pakistan, ancora una volta, l’innocenza è stata violata e l’anima di una bambina ferita. Una piccola di soli dieci anni, appartenente ad una famiglia cristiana, è stata violentata, colpita con una pietra alla testa e poi abbandonata sanguinante all’angolo di una strada. Il fatto, che ha suscitato indignazione nell’opinione pubblica, è accaduto a Sahiwal, nella regione del Punjab. Per l’aggressione è stato identificato e arrestato un giovane musulmano di 18 anni. La piccola vittima di tanta brutalità si stava recando nella farmacia vicino alla sua casa, quando è stata aggredita. A denunciarlo è un’associazione cristiana, la British Asian Christian Association, che ha offerto il suo sostegno alla famiglia, per affrontare il processo contro l’aggressore. In Pakistan, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno