· Città del Vaticano ·

In Romania riaperta l’antica cattedrale di Iaşi

Segno di comunione

18 settembre 2021
Bucarest, 18 . Dopo ingenti lavori di restauro iniziati nel 2017 è stata riaperta al culto e ai visitatori l’antica cattedrale romano-cattolica di Iaşi, nel nord-est della Romania, costruita nel xviii secolo dai missionari francescani italiani Antonio Mauro e Fidelis Rocchi e dedicata a Santa Maria Assunta. Alla celebrazione eucaristica di inaugurazione, presieduta dal vescovo di Iașşi, Iosif Păulețţ, hanno preso parte tra gli altri, il presidente della Conferenza episcopale romena, Aurel Percă, e il nunzio apostolico in Romania, Miguel Maury Buendía, insieme a numerosi sacerdoti e fedeli, rappresentanti di altri culti e delle autorità civili. Durante i lavori di restauro è stata scoperta la tomba di un missionario italiano, Francesco Antonio Tasso, morto nel 1765 in fama di santità che si aggiunge ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno