· Città del Vaticano ·

La sorprendente vita di santa Cassia (805-867)

Meglio poetessa che imperatrice

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
18 settembre 2021
Il 20 settembre (secondo il calendario ortodosso il 7, cioè la vigilia della nascita di Maria) si celebra la memoria di santa Cassia (805-867). La sua storia, non molto nota in Occidente, è davvero particolare. È l’unica donna infatti dell’intero millennio bizantino a scrivere versi di argomento religioso e, fatto che desta ancora più interesse, alcuni di questi componimenti sono stati accolti nel  Menaion, un libro liturgico della Chiesa orientale che contiene l’ufficio per le festività fisse del calendario e il proprio di alcuni santi, e nel  Triodion, che contiene l’ufficio per le dieci settimane che precedono la Pasqua.  L’eccezionalità di questa figura trova anche un riscontro bibliografico. Per esempio sul frontespizio di un libro stampato a Venezia nel 1601, la ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno