· Città del Vaticano ·

Figure femminili della «Commedia»

Matelda, Piccarda e Beatrice

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 settembre 2021
La reiterata lettura della Commedia dantesca offre ai lettori l’opportunità di attingere a molteplici incontri che possono far comprendere il modo in cui il dialogo si pone nel cuore del vivere umano ed in particolare nel cuore dell’educativo, con l’intenzione di far fiorire, amplificare ed affinare la valenza e l’intensità del suo essere. Il Sommo poeta nel corso del viaggio si relaziona con alcune anime femminili, prima fra tutte Beatrice, che attraverso la forza dialogica conduce Dante a prendere coscienza ed attivare se stesso attraverso una vera e propria ars maieutica di attrarre e respingere. La valenza sacra degli incontri con Matelda, Piccarda Donati e Beatrice, pone come carattere fondamentale il sollecitare dialogico proprio di una sapienza pedagogica che si riflette nell’intero Poema. Matelda rappresenta una tra ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno