· Città del Vaticano ·

Appunti di viaggio

L’estate di fuoco degli ulivi dell’Eubea

17 settembre 2021
A lcune zone della Grecia non hanno vissuto un’estate facile. Che cos’è accaduto? Dopo aver analizzato i dati del Sistema europeo di informazione sugli incendi boschivi, possiamo affermare che 287 mila acri di terra sono stati bruciati dall’inizio della stagione. Ciò rappresenta un sorprendente e drammatico aumento del 448% rispetto alla media annua bruciata tra il 2002 e il 2020. Un totale di 58 grandi incendi boschivi verificatisi solo negli ultimi tre mesi. Questo dà una media di 4.942 acri bruciati per ogni grande incendio in Grecia, mettendo il Paese in cima alle nazioni mediterranee che hanno maggiormente sofferto nell’estate che ci sta lasciando. Gli incendi in Grecia dunque si son portati via molte cose in poche ore, senza neanche risparmiare quelli che, per una parte del mondo antico, erano “i sacri ulivi” ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno