· Città del Vaticano ·

Da 150 anni l’istituto Serafico di Assisi

Costruire una società degna dell’uomo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
17 settembre 2021
Era il 17 settembre del 1871 quando san Ludovico da Casoria decise di fondare ad Assisi un’opera dedicata a san Francesco e che si prendesse cura di bambini e ragazzi ciechi e sordi. In questi 150 anni il Serafico ha affrontato quella iniziale e tante altre sfide, tenendo sempre la barra dritta sulla sua missione: custodire la vita più fragile e indifesa, divenendo anche un modello di eccellenza italiana ed internazionale nella riabilitazione, nella ricerca e nell’innovazione medico-scientifica per bambini e giovani adulti con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali. Ma, a proposito di sfide, oggi c’è quella dell’emergenza pandemica che, dopo la fase più acuta, ne sta conoscendo un’altra non meno delicata e che al Serafico hanno preso altrettanto a cuore, come racconta la presidente dell’istituto, Francesca ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno