· Città del Vaticano ·

Il premier israeliano in Egitto da al-Sisi

14 settembre 2021
Il Cairo , 14. Gli sforzi per rilanciare il processo di pace nel Vicino Oriente e gli ultimi sviluppi a livello internazionale e regionale (con particolare attenzione al gas e al commercio) sono stati al centro dei colloqui di ieri a Sharm el-Sheikh, sul mar Rosso, in Egitto, tra il primo ministro israeliano, Naftali Bennett, e il presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi. Bennett è il primo capo di governo israeliano a recarsi in Egitto in oltre dieci anni. L’ultima visita, infatti, risaliva al 6 gennaio del 2011, pochi giorni prima della caduta dell’allora presidente, Hosni Mubarak, che ricevette Benyamin Netanyahu. Durante il colloquio, al-Sisi ha affermato che l’Egitto sostiene le iniziative per «raggiungere la pace sulla base della soluzione dei due Stati e delle risoluzioni internazionali, che contribuiscono a ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno