· Città del Vaticano ·

Campi e greggi da adottare

14 settembre 2021
La parola “fattoria” prende una consonante, diventando “fattorMia”. Non è solo un gioco di parole, ma un nuovo ambiente (digitale e reale) in cui vivere, per ricucire la distanza tra città e campagna. Fuor di metafora, FattorMia.it è un portale, una giovane start up presentata qualche giorno fa a Milano, nata dal desiderio di riscoprire i tempi lenti della campagna «e di sostenere in maniera concreta quelle realtà che si prendono cura del nostro territorio» – spiega Maria Sanvito, anima di Fattormia. «Abbiamo pensato ad un patto di reciproco sostegno nel quale aziende agricole da una parte e privati, scuole e aziende dall’altra chiedono di volersi impegnare in maniera attiva. Nel progetto — continua Sanvito — è implicata non solo la difesa del pianeta, per cui basterebbe una qualsiasi ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno