· Città del Vaticano ·

Vent'anni dopo l'attacco alle Torri gemelle

Biden invoca «unità»
nel giorno del lutto
per l’11 settembre

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 settembre 2021
Il lutto più grande degli Stati Uniti ad ogni anniversario si carica di nuovi lutti, generati da quello originale del 2001. L’Afghanistan, con i 13 marines morti nell’attacco suicida del sedicente Stato Islamico—Khorasan all’aeroporto di Kabul, è solo l’ultimo. Il ventesimo 11 settembre arriva in un Paese ferito che nel 2001 si strinse in blocco dietro il comandante in capo, George W. Bush, e che oggi assiste a qualcosa di davvero nuovo: la divisione che si insinua nella Nazione, davanti alla scia dei lutti che è cresciuta, per gli Usa e per il mondo, partorendo crisi umanitarie ed economiche. L’attuale comandante in capo, Joe Biden, si è affidato ad un discorso registrato diffuso venerdì sera, per cercare di risvegliare nelle persone quello spirito solidale che colpì il mondo davanti alle ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno