· Città del Vaticano ·

Il cinema insegue una realtà inimitabile

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
10 settembre 2021
A vent’anni di distanza si può concludere che il cinema abbia trovato parecchia difficoltà a raccontare un evento complesso e sconcertante come gli attentati dell’11 settembre 2001. Forse anche perché l’impatto emotivo di certe immagini non si può eguagliare. Non a caso, a tutt’oggi sono soltanto tre i film a soggetto che affrontano direttamente il racconto della tragedia: 11’09’’01 – September 11 (autori vari, 2002), World Trade Center (Oliver Stone, 2006) e United 93 (Paul Greengrass, 2006). Il primo è un film composto da 11 cortometraggi firmati da registi diversi. Parte del titolo fa riferimento alla durata che tutti gli autori hanno dovuto rispettare per il proprio corto, e che richiama ovviamente la data della tragedia. Questo elemento — che rievoca un altro progetto corale di pochi anni prima, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno