· Città del Vaticano ·

Farsi vuoti ovvero il regalo dell’attenzione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
09 settembre 2021
Il titolo originale del film Anna dei miracoli (diretto da Arthur Penn nel 1962, ispirato alla storia vera della sordo-cieca Helen Keller e della sua insegnante Anne Sullivan) è The Miracle Worker. Anne Sullivan è stata un’“operaia di miracoli” perché ha preso sul serio il suo lavoro di educatrice, (dal latino e-ducere, tirare fuori) di levatrice delle potenzialità che lo studente non sa ancora di avere. Un insegnante, per essere davvero tale, dev’essere “cintura nera di attenzione”; l’ascolto coincide con la carità, scrive don Luigi Maria Epicoco nell’articolo pubblicato in questa pagina, perché «chi ascolta ti dichiara vivo, chi ignora la tua parola ti fa morto». Negli anni Sessanta, Arthur Penn fece conoscere all’America e al mondo la vicenda della bambina dell’Alabama che, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno