· Città del Vaticano ·

La Giornata mondiale dell’alfabetizzazione

Per un’istruzione più inclusiva

07 settembre 2021
Se è vero che l’istruzione è la più valida difesa della libertà, sarà difficile che l’Afghanistan possa tornare all’oscurantismo degli anni Novanta. Nel Paese, grazie all’impegno internazionale, sono stati infatti realizzati programmi di istruzione che hanno consentito un aumento importante del tasso di alfabetizzazione, soprattutto per le donne, passato dal 34% del 2002 al 43% del 2020. Grazie ai finanziamenti di Danimarca, Giappone, Norvegia e Svezia, sotto l’egida dell’Unesco, un vasto programma di istruzione è stato avviato, inoltre, nel 2006 e ha riguardato un milione 242.000 partecipanti di cui 800 mila donne e, tra gli altri, 45 mila agenti di polizia. Un impegno che ha cambiato in Afghanistan la vita di intere generazioni se si pensa solo al fatto che negli ultimi 20 anni le gravidanze ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno