· Città del Vaticano ·

La sopravvivenza della cultura

E il Museo di Kabul?

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
07 settembre 2021
Affrontare oggi il tema di Kabul al di fuori di un’analisi politico-militare può apparire del tutto anacronistico. Eppure, solo nove anni fa, il piano edilizio della città prevedeva un programma significativo e di ampio respiro: il Nuovo Museo dell’Afghanistan. Nel 2012, dopo otto lunghi anni di confronti con le autorità afgane, viene infatti scelto il progetto vincitore del concorso. Il primo premio va allo Studio Av62 Arquitectos Slp di Barcellona, firmato da Toño Foraster, che partecipa con una proposta molto semplice e razionale, che affida ad ambienti espositivi affiancati, veri e propri canali longitudinali che allineano le opere d’arte raccolte, il compito di assicurare una comoda distribuzione interna e una efficace illuminazione naturale. Il nuovo edificio, che costituisce un’estensione del museo ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno