· Città del Vaticano ·

Mentre si attende il nuovo governo afghano

Morsa talebana sul Panshir

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 settembre 2021
Kabul , 4. Mentre in Afghanistan è attesa da un momento all’altro la formazione del nuovo governo talebano, si stringe sempre di più la morsa sulla Valle del Panshir, ultima sacca di resistenza nel nordest del Paese, a 50 chilometri dalla capitale, Kabul. Dopo un’altra giornata di sanguinosi combattimenti, gli studenti coranici hanno rivendicato di essere riusciti a entrare nella provincia, sotto il controllo dei ribelli guidati da Ahmad Massoud (figlio di Ahmad Shah Massoud, conosciuto come il “leone del Panshir” ai tempi della invasione sovietica). La conquista della Valle è stata però subito smentita dai ribelli, che hanno al loro volta parlato di attacchi talebani respinti da quattro direzioni, e dall’ex vicepresidente del governo spodestato, Amrullah Saleh, in un video inviato alla Bbc e alla emittente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno