· Città del Vaticano ·

Per malattie legate all’acqua dopo il sisma

Haiti, oltre mezzo milione di bambini a rischio

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 settembre 2021
Port-au-Prince , 4. Sono oltre mezzo milione i bambini di Haiti a rischio dopo il devastante terremoto di magnitudo 7.2 che lo scorso 14 agosto ha colpito il Paese caraibico. Lo ha denunciato l’Unicef, precisando che i minori stanno ora affrontando il possibile riemergere di malattie legate all’acqua. Le gravi condizioni nel sud-ovest di Haiti — dove i bambini non hanno accesso a ripari, acqua potabile e strutture igieniche — stanno rapidamente aumentando la minaccia di infezioni respiratorie acute, colera e malaria. «Il colera non è stato segnalato ad Haiti dal febbraio del 2019, eppure senza un’azione urgente e più ferma il riemergere dell’infezione e di altre malattie trasmesse dall’acqua è una minaccia reale che aumenta di giorno in giorno», ha detto Bruno Maes, rappresentante del Fondo delle ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno