· Città del Vaticano ·

L’accoglienza dei migranti

Sfida umanitaria per l’Europa

03 settembre 2021
Da conflitto militare sul suolo, la crisi in Afghanistan si accinge a diventare una sfida umanitaria in Europa. Lo scorso 31 agosto, proprio mentre l’ultimo contingente statunitense lasciava l’aeroporto di Kabul, un consiglio straordinario dei ministri degli Interni dell’Unione europea si riuniva a Bruxelles per discutere la politica da adottare verso i migranti afghani. Sono passate appena due settimane dall’entrata dei talebani a Kabul, e in questo arco di tempo oltre 115.000 persone fra cittadini e funzionari stranieri hanno lasciato l’Afghanistan. Immagini raffiguranti prima le migliaia di uomini e donne che tentavano disperatamente di salire sugli aerei militari e poi i soldati talebani camminare sulla pista di atterraggio in segno di vittoria hanno fatto il giro di televisioni e social media. L’evacuazione è stata celebrata ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno