· Città del Vaticano ·

La preghiera nel video mensile del Papa

Per uno stile di vita sobrio ed ecosostenibile

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 settembre 2021

«Scegliamo di cambiare! Camminiamo insieme ai giovani verso stili di vita più semplici e rispettosi dell’ambiente». È con un appassionato incoraggiamento che Francesco rilancia l’impegno per «uno stile di vita sobrio ed ecosostenibile», come intenzione di preghiera per settembre, nel video mensile diffuso ieri pomeriggio dalla Rete mondiale di preghiera del Papa.

«Mi rallegra molto vedere che i giovani hanno il coraggio di intraprendere progetti di miglioramento sia ambientale sia sociale, due realtà che procedono di pari passo» sono le parole del Pontefice. «Noi adulti — assicura — possiamo imparare molto dai giovani, perché per tutto ciò che riguarda la cura del pianeta i giovani sono all’avanguardia».

E così, suggerisce Francesco nel videomessaggio, «prendiamo esempio da loro. Riflettiamo, soprattutto in questi momenti di crisi — di crisi sanitaria, di crisi sociale, di crisi ambientale — riflettiamo sul nostro stile di vita». E, ancora, «su come il modo di nutrirci, di consumare, di spostarci o l’uso che facciamo dell’acqua, dell’energia, della plastica e di tanti beni materiali siano spesso dannosi per la terra».

Di qui l’invito ad avere il coraggio di cambiare. E anche di pregare «affinché tutti noi prendiamo le decisioni coraggiose, le decisioni necessarie per una vita più sobria ed ecosostenibile, rallegrandoci per i giovani che già sono impegnati in questo cambiamento. E non sono sciocchi, perché si impegnano per il loro futuro. Per questo vogliono cambiare ciò che erediteranno quando noi non ci saremo più».

Per il gesuita Frédéric Fornos, direttore internazionale della Rete mondiale di preghiera del Papa, «ancora una volta, le parole di Francesco non possono lasciarci indifferenti. Di fronte alla crisi ecologica, c’è urgenza di cambiare il nostro stile di vita perché sia sobrio e solidale. Siamo consapevoli di questa ur-genza?». Secondo Fornos, «quando il Papa ci parla di ecologia integrale, ci indica che nella nostra vita tutto è interconnesso. Per proteggere la nostra casa comune le parole non bastano più». Da qui l’invito: «Preghiamo per agire con il coraggio dei giovani, per condurre una vita più sobria ed ecosostenibile. Nella Laudato si’ Francesco ci propone un cammino, un ritorno alla semplicità, alla fraternità con il creato e con i più bisognosi».

Diffuso attraverso il sito www.thepopevideo.org, il filmato tradotto in 23 lingue è stato creato e prodotto dalla Rete mondiale di preghiera in collaborazione con l’agenzia La Machi e il Dicastero per la comunicazione.