· Città del Vaticano ·

La morte di due protagonisti del panorama culturale

02 settembre 2021
Mikis Theodorakis «Autore fra l’altro della colonna sonora del film del 1964 Zorba il greco» è la frase che si trova più spesso nelle commemorazioni di Mikis Theodorakis, compositore greco morto il 2 settembre a 96 anni. Certo che se scrivi una danza originale che ha talmente tanta affinità con il soggetto da diventare “popolare”, come se fosse sempre esistita, l’etichetta ti rimane addosso. Ma Theodorakis è stato molto di più di quello splendido sirtaki che Anthony Quinn ha reso immortale. È stato un artista calato nel suo tempo, che non ha esitato a scagliarsi prima contro l’occupazione nazista e poi contro la dittatura dei colonnelli divenendo un’icona della resistenza, e mettendo il suo talento prolifico e anticonformista al servizio del suo Paese, anche come deputato e ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno