· Città del Vaticano ·

Iniziativa della Comunità di Sant’Egidio a Vercelli

Carcere laboratorio di pace

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
01 settembre 2021
Il tema della pace ha tenuto banco nel corso degli ultimi dieci mesi nella Casa circondariale di Vercelli con seminari, dibattiti e scambi di idee tra detenuti-studenti ed educatori. Un “taglio” voluto dai volontari della Comunità di Sant’Egidio per approfondire e valutare l’attuale momento di crisi, convinti che anche il carcere deve essere un luogo privilegiato per fornire gli strumenti necessari per l’educazione alla pace. Quello sostenuto dalla direttrice dell’istituto, Antonella Giordano, dalla vice comandante della polizia penitenziaria, Giuseppina Gambino, e dalla responsabile dell’area educativa-trattamentale, Valeria Climaco, è stato un progetto finalizzato a un’educazione creativa che ha consentito agli ospiti di sviluppare una coscienza in grado di trasformare l’aggressività in una ragionevole ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno