· Città del Vaticano ·

Il primo romanzo di don Alberto Ravagnani

Il libro e lo smartphone

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 agosto 2021
Don Alberto Ravagnani, tra i giovani preti youtuber, vanta il non invidiabile primato di attirarsi — in parallelo al grande seguito di followers entusiasti — un equanime ventaglio di critiche, tanto tra i conservatori, quanto tra i progressisti radical-chic (sì, anche nella Chiesa ci sono i radical-chic). I primi gli rimproverano un linguaggio poco consono ad un presbitero, i secondi gli attribuiscono un ancoraggio ad una pastorale “semplice e popolare” di una Chiesa-che-fu. Gli uni e gli altri sottovalutano — probabilmente per ragioni anagrafiche — la straordinaria capacità comunicativa che don Alberto esercita sui giovani, soprattutto quelli meno toccati dalla dimensione religiosa. In questo senso il suo lavoro è preziosissimo, e dovrebbe essere piuttosto riguardato un caso di successo da analizzare, in ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno