· Città del Vaticano ·

Ucciso in Afghanistan l’ideatore dell’attentato dell’Is all’aeroporto di Kabul

Rappresaglia statunitense

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 agosto 2021
Kabul, 28. Non si è fatta attendere la rappresaglia statunitense al terrificante attentato di giovedì all’aeroporto internazionale di Kabul. Dopo essersi presentato davanti alle telecamere assicurando che i responsabili della strage l’avrebbero pagata cara, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha autorizzato un raid in Afghanistan, nella provincia occidentale di Nangarhar, durante il quale è stato ucciso da un drone un leader del sedicente stato islamico (Is), definito l’ideatore dell’attacco allo scalo aeroportuale di Kabul. L’identità del militante jihadista non è stata resa nota: fonti del Pentagono lo hanno definito un “planner” dell’organizzazione terroristica Is-Khorasan, la branca dell’Asia centrale dello stato islamico. Secondo indiscrezioni, l’uomo stava pianificando futuri ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno