· Città del Vaticano ·

Dopo il terremoto si teme l’insorgere di epidemie

Ponte aereo dell’Ue per Haiti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 agosto 2021
Port-au-Prince, 28. Aumentano di giorno in giorno ad Haiti i bisogni umanitari per la stremata popolazione, colpita dal devastante terremoto di magnitudo 7.2 sulla scala Richter dello scorso il 14 agosto. L’Unione europea ha allestito un ponte aereo umanitario che permetterà la consegna di oltre 125 tonnellate di materiali salvavita alle organizzazioni attive nel Paese caraibico. Si tratta di due voli: il primo è arrivato ieri a Port-au-Prince, mentre un secondo dovrebbe raggiungere la capitale di Haiti nei prossimi giorni. Il carico comprende attrezzature mediche, medicinali, acqua, servizi igienici e articoli per l’igiene e altro materiale fornito da partner umanitari dell’Ue. «In questo momento critico, l’Ue continua a sostenere le persone ad Haiti che stanno soffrendo le conseguenze del terribile disastro che ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno