· Città del Vaticano ·

Gente di spirito

Tipi da confessionale

27 agosto 2021
Oggi vorrei proporre una semi-seria classifica di “tipi da confessionale”. Non posso che partire al sesto posto con “l’abitudinario”. Mi è capitato di sentire confessioni di persone otto-novantenni che terminavano con il gran classico: «Ho disubbidito al papà e alla mamma». In seguito alla richiesta se fossero ancora vivi i genitori, alla risposta che erano morti da tempo e alla mia costatazione che allora non è possibile disubbidire, arrivava l’inesorabile risposta: «Scusi padre, sono abituato così fin da piccolo, mi lasci dire altrimenti poi mi perdo». Amen. Al quinto posto c’è “l’Immacolata concezione”. Non sono pochi coloro che si affacciano alla finestrella del confessionale e sostengono di non avere nessun peccato. Le formule sono diverse: dalla gran classica: «Non ho ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno