· Città del Vaticano ·

In Nigeria liberati oltre cento studenti rapiti tre mesi fa

27 agosto 2021
Dopo 86 giorni di prigionia sono stati liberati oltre cento dei 136 alunni sequestrati lo scorso 30 maggio da un commando formato da circa 200 uomini armati, in uno dei vari rapimenti di massa che dal dicembre scorso hanno preso di mira scuole e college in Nigeria. Gli studenti erano stati prelevati dalla scuola Salihu Tanko Islamiyya a Tegina, città nigeriana dello Stato occidentale del Niger, a meno di duecento chilometri dalla capitale, Abuja. I ragazzi, secondo quanto riferito ieri dal preside della scuola Abubakar Alhassan, sono stati rilasciati la scorsa notte a Birnin Gwari, nello Stato di Kaduna. Dei 136 alunni rapiti, almeno sei sarebbero morti in prigionia mentre altri 15 erano riusciti a fuggire nel giugno scorso. Alhassan non ha voluto fornire informazioni sul numero esatto dei ragazzi liberati, né rendere noti ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno