· Città del Vaticano ·

Giunta a Roma la comunità cattolica di Kabul

26 agosto 2021
Sono arrivati mercoledì pomeriggio a Fiumicino con uno dei tanti voli partiti in giornata da Kabul. Un viaggio lungo, difficile e faticoso al termine di un’attesa altrettanto lunga nella capitale afghana, attesa di trovare il momento migliore per abbandonare il Paese, nel caos generale che contraddistingue l’aeroporto della capitale. Sono partiti e arrivati grazie alle forze militari italiane. Si tratta di padre Giovanni Scalese, barnabita alla guida della Missio sui iuris unica presenza cattolica nel Paese asiatico, e di cinque suore tra cui le missionarie della Carità di Madre Teresa e una suora della Ong Pro Bambini di Kabul (Pbk). Con loro, 14 piccoli disabili anche gravi accuditi in Afghanistan proprio dalle suore della Carità. Ad accoglierli all'aeroporto c’era il padre Matteo Sanavio rogazionista e presidente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno