· Città del Vaticano ·

L’avventura della fede

Al servizio di Dio nelle terre messicane

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
25 agosto 2021
Nel xvi secolo, agli occhi dei primi esploratori europei arrivati sulla scia di Cristoforo Colombo, il nuovo continente era ancora un intricato labirinto formato da montagne, isole, valli, fiumi e laghi nel quale popolazioni in gran parte miti ma alcune volte molto ostili rappresentavano solo uno degli ostacoli da superare per arrivare alla scoperta di ricchi giacimenti o terre fertili da sfruttare nei commerci internazionali. Dalle isole caraibiche, gli uomini del re di Spagna si spostarono sulla terra ferma americana dando inizio a una penetrazione carica di conseguenze sconvolgenti per la popolazione originaria. Con i primi soldati arrivarono anche i missionari cattolici, alla ricerca di anime da avvicinare al verbo di Dio. Si trattava in gran parte di domenicani e francescani e a quest’ordine apparteneva anche Marco da Nizza. Il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno