· Città del Vaticano ·

La polizia vara un piano per proteggere gli aiuti umanitari dalle bande criminali

Appello dell’Oim per Haiti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 agosto 2021
Port-au-Prince , 24. In alcune zone di Haiti colpite dal terremoto del 14 agosto tardano ad arrivare gli aiuti internazionali. Molti centri risultano ancora isolati, soprattutto nelle zone rurali, in altri si sono verificati già diversi casi di saccheggi dei convogli umanitari. Nel fine settimana appena trascorso, quattro camion contenenti beni di prima necessità destinati a Pestel, nel dipartimento di Grand’Anse, sono stati bloccati per strada e praticamente razziati. In molti casi servono acqua, cibo, medicinali e prodotti per l’igiene personale, ma anche tende e soprattutto materiali per la ricostruzione. Per provvedere a superare questo primo momento critico e aiutare la popolazione di Haiti e le autorità del Paese caraibico nell’assistenza di circa 600.000 persone finite in totale emergenza, l’Organizzazione ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno