· Città del Vaticano ·

Uno studio sulle emissioni che alterano il clima

Occhi aperti sui trasporti

23 agosto 2021
È da poco trascorso il primo g20 post covid e il primo che mette insieme tre obiettivi ambiziosi come clima, energia e povertà, così come ripresi anche dal Pre Summit sul cibo, sull’ambiente e sulla malnutrizione mondiale. Quando si parla di un mondo ecosostenibile i temi sono molteplici e fra questi non vanno dimenticati i trasporti e quel che comportano. Partiamo da un dato sconfortante, anche se non mancano aspetti incoraggianti, poiché la questione presente notevoli ambiguità. Recenti statistiche hanno rilevato che autocarri, autobus e pullman sono responsabili di circa un quarto delle emissioni di CO2 del trasporto su strada nell’Unione europea e di circa il 6% delle emissioni totali dell’Ue. Nel settore del trasporto merci, una delle sfide principali è rappresentata dal fatto che le attuali ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno