· Città del Vaticano ·

Lorenzo Fazzini responsabile editoriale della Lev

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 agosto 2021

Lombardo, classe 1978, Lorenzo Fazzini — nominato dal Pontefice capo ufficio nel Dicastero per la comunicazione, con funzione di responsabile editoriale della Libreria editrice vaticana (Lev) — ha un curriculum da giornalista professionista, traduttore e scrittore. Papa Francesco lo ha chiamato alla guida della casa editrice vaticana, la Lev. Un’esperienza non nuova per Fazzini, che dal 2012 ad oggi ha diretto l’Editrice missionaria italiana, casa editrice degli istituti missionari italiani. Sotto la sua direzione è diventata una media company in grado di produrre, oltre a libri, anche eventi autoriali, consulenze editoriali, mostre catechetiche, spettacoli teatrali, webinar formativi, laboratori educativi per insegnanti, corsi di aggiornamento: complessivamente, 250 eventi all’anno. Ha curato la collana di 20 volumi Le parole di Papa Francesco pubblicata dal «Corriere della sera» e l’antologia di Papa Francesco La via di Gesù (Solferino)

Sposato e padre di 4 figli, Fazzini da diversi anni collabora con i quotidiani «Avvenire» e «L’Osservatore Romano». È editorialista del «Corriere del Veneto» - «Corriere del Trentino» - «Corriere di Bologna», edizioni locali del «Corriere della sera». Fa parte del comitato editoriale del Salone internazionale del Libro di Torino come consulente per il settore religioso. Autore anche di trasmissioni televisive in collaborazione con il regista Pupi Avati.

Fazzini è inoltre autore di 8 libri, alcuni dei quali tradotti all’estero: Nuovi cristiani d’Europa. Dieci storie di conversione tra fede e ragione (Lindau); Dialoghi nel cortile dei gentili. Dove laici e cattolici si incontrano (Emp); Nella terra di Dio. Vincent Nagle, missionario in Terra Santa (Lindau); Un’anima per l’Europa. Colloqui su Dio, ateismo e dintorni (Paoline); Un Vangelo per l’Africa. Cesare Mazzolari, vescovo di una Chiesa crocifissa (Lindau); Ho imparato dagli ultimi. La mia vita, le mie speranze, con Luis Antonio cardinal Tagle (Emi); Odierai il prossimo tuo come te stesso. Perché abbiamo dimenticato la fraternità. Riflessioni sulle paure del tempo presente, con Matteo Maria cardinal Zuppi (Piemme), Dio in quarantena. Una teologia del coronavirus (Emi).

Per i suoi lavori giornalistici ed editoriali ha ottenuto il premio giornalistico Ucsi Natale - Targa Athesis under 30, il premio giornalistico Giorgio Fallani e il premio Capri San Michele.

di Emanuela Campanile