· Città del Vaticano ·

L’allarme dell’Unicef: i più colpiti sono paradossalmente i Paesi che emettono meno gas inquinanti

Clima, un miliardo di bambini a rischio

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
21 agosto 2021

Parigi, 21. Gli impatti della crisi climatica mettono in pericolo un miliardo di bambini. Questa la denuncia contenuta nel nuovo rapporto dell’Unicef, il fondo dell’Onu per l’infanzia.

Il rapporto, intitolato The Climate Crisis Is a Child Rights Crisis: Introducing the Children’s Climate Risk Index (“La crisi climatica è una crisi dei diritti dei bambini: Introduzione dell’Indice del rischio climatico per i bambini”), rivela come paradossalmente a subire di più gli effetti del cambiamento climatico in corso siano proprio i Paesi più poveri, quelli che producono meno gas serra. Secondo l’analisi, i Paesi più interessati sono 33 — quelli classificati con rischio ambientale elevato — tra i quali la Repubblica Centrafricana, il Ciad, la Nigeria, la Guinea e la Guinea-Bissau. Per quel miliardo di bambini è in pericolo la loro salute, ma, come spiega il rapporto, anche le loro possibilità di accedere ad un’istruzione adeguata e di avere cure efficaci contro malattie mortali.