· Città del Vaticano ·

Hic sunt leones

Africa, linea di faglia tra Oriente e Occidente

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
20 agosto 2021
In questi giorni si è molto parlato del ritiro dall’Afghanistan delle forze alleate e del ritorno a Kabul dei talebani. Il 29 febbraio dello scorso anno a Doha era stato infatti siglato un accordo bilaterale tra l’allora segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, e il numero due dei talebani, il mullah Abdul Ghani Baradar, che prevedeva il ritiro completo delle truppe straniere, da concludersi entro la fine di aprile 2021. In cambio, il gruppo islamista s’impegnava a rompere con al-Qaeda e ad avviare un dialogo diplomatico con i politici afghani che conducesse, eventualmente, al silenzio delle armi. I talebani hanno così ottenuto da Washington una sorta di legittimità internazionale, rafforzando la propria posizione sul fronte militare e diplomatico. Nel frattempo a nulla sono valsi i negoziati, avviati il 12 settembre ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno