· Città del Vaticano ·

Un ascensore per il cielo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
19 agosto 2021
Quando nel 1988 Ermanno Olmi vinse il Leone d’oro alla mostra del cinema di Venezia con La leggenda del santo bevitore, il capolavoro di Joseph Roth su cui si basa il film era uscito in traduzione italiana solamente 13 anni prima. Solo nel 1975 infatti la casa editrice Adelphi diede alle stampe per la prima volta questo racconto che fu l’ultima fatica dello scrittore “austriaco”, pubblicato postumo nel 1939 a pochi mesi dalla morte. La storia è nota: un clochard che trascorre la sua vita nell’abbandono e nella precarietà sulle rive del lungosenna viene avvicinato una notte da un misterioso personaggio che gli dona 200 franchi e gli confessa di essere divenuto cristiano dopo aver letto la vita di santa Teresa di Gesù Bambino. Lo prega di restituire quella cifra la domenica seguente, deponendo le banconote ai piedi ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno