· Città del Vaticano ·

Servizio e formazione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
18 agosto 2021
A Venezia, in centro storico, non troppo distante da piazza San Marco, il patriarcato ha aperto un nuovo centro di carità: è Casa San Giuseppe che concentra i servizi per aiutare i poveri, ma è anche luogo di accoglienza e formazione per volontari e giovani. Nell’ex monastero delle suore “muneghette”, in calle del Bastion, sestiere di Castello, hanno adesso sede su tre piani: la mensa Betania, con una settantina di posti; la Caritas con il suo centro di ascolto; le conferenze della San Vincenzo de’ Paoli cittadina; il consultorio familiare Santa Maria Mater Domini, con la sua attività educativa e terapeutica; alcuni spazi per accogliere persone in emergenza abitativa, per un periodo limitato; e il dormitorio femminile, con otto posti letto, intitolato alla memoria di santa Giuseppina Bakhita. C’è, poi, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno