· Città del Vaticano ·

Morti di sete e di fame 40 migranti alla deriva al largo della Mauritania

17 agosto 2021
Nouakchott , 17. La guardia costiera mauritana di Nouadhibou ha salvato ieri sette migranti provenienti dalla regione subsahariana, sopravvissuti a bordo di un’imbarcazione, partita due settimane fa dalla cittadina marocchina di Tintane, alla deriva per giorni in pieno oceano. A bordo però, “viaggiavano”, con destinazione Isole Canarie, almeno altre 40 persone, per lo più senegalesi e maliani, recuperate sul natante prive di vita. Rimanendo per giorni senza cibo né acqua sono morte di fame e di sete. Inutili purtroppo i soccorsi prestati. Si è consumata così un’altra, l’ennesima, tragedia umana nella rotta migratoria più occidentale per entrare in Europa. Quella che vede partire i migranti dalle coste della Mauritania, o del Marocco come in questo caso, per raggiungere l’Unione europea ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno