· Città del Vaticano ·

Approfondimento

Le vite cancellate di migliaia di donne in Perú

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
13 agosto 2021
Il drammatico tema delle donne scomparse in Perú, da anni al centro di proteste popolari e dibattiti pubblici, è recentemente tornato all’attenzione generale in tutta la sua forza. Lo scorso 8 agosto, un comunicato rilasciato dall’Ufficio del Difensore Civico (o ombudsman) ha infatti rivelato statistiche allarmanti rispetto a questo angosciante fenomeno, che non sembra destinato a scemare. Stando a quanto dichiarato dal documento, fra gennaio e luglio 2021 sono scomparse ben 3.425 donne nel Paese, di cui 2.182 in età infantile e adolescenziale. Le sparizioni di donne hanno subito un preoccupante aumento durante i primi mesi della pandemia di covid-19: durante il 2020 sono state registrate ben 5.521 scomparse, vale a dire una media di 15 al giorno, in quella che l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha definito come ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno