· Città del Vaticano ·

Gente di spirito

Praticamente

11 agosto 2021
Quando mi chiedono «Ma cosa insegni?», di solito segue una smorfia alla risposta: «Teologia trinitaria». Non so se ho mai interpretato correttamente questa smorfia: ci leggo un misto di compassione e il desiderio di non andare oltre perché si intuisce che il terreno è accidentato e ostico. Qualche coraggioso ci prova: «E praticamente cosa sarebbe?». A questo punto la smorfia viene a me, e andrebbe tradotta con: «Praticamente… cosa vuoi che ci sia di “praticamente” nella teologia trinitaria?!». A scuola, qualche anno fa, avevo un problema con uno studente: avete presente quei momenti in cui entri in trance agonistico/didattica, e stai spiegando un autore difficilissimo, ma ti sembra che non stia andando così male? Ecco, lui arrivava regolarmente alla fine della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno