· Città del Vaticano ·

In rete

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 agosto 2021

Per santa Chiara d’Assisi

Due giornate di celebrazioni illuminano la solennità di santa Chiara. Le sorelle del protomonastero di Assisi hanno condiviso, sul sito della basilica di santa Chiara in Assisi (www.assisisantachiara.it), il programma di incontri e preghiera del 10 e 11 agosto. Ieri si sono tenuti i primi vespri e la messa guidati da Domenico Sorrentino, arcivescovo-vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e vescovo eletto di Foligno. Oggi la concelebrazione presieduta dal cardinale Mauro Gambetti, arciprete della Basilica papale di San Pietro in Vaticano, vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano e presidente della Fabbrica di San Pietro. A precedere i riti, la novena su «Il cristiano con la sua vita deve benedire sempre», che ha ripreso le parole pronunciate da Papa Francesco il 18 giugno 2014 nell’udienza generale. «L’idea di innalzare una chiesa in onore di santa Chiara — spiega il sito web — fu concepita poco tempo dopo la sua sepoltura, avvenuta il 12 agosto 1253, il giorno dopo la sua morte, nella chiesa di san Giorgio, luogo già scelto per la prima sepoltura di san Francesco. La nuova chiesa fu consacrata il 6 settembre 1265 da Papa Clemente iv . Oltre il corpo della santa, la basilica conserva il Crocifisso di san Damiano, che parlò a san Francesco». L’eredità di santa Chiara vive nel dono della fraternità con l’istituzione delle sorelle povere, poi chiamate clarisse.

a cura di Fabio Bolzetta