· Città del Vaticano ·

Niente di questo mondo ci risulta indifferente

09 agosto 2021
«Niente di questo mondo ci risulta indifferente» ( Ls 2). Queste le parole che nel giugno 2018 hanno spinto Marcella e Massimo, due insegnanti di religione cattolica della Diocesi di Roma, a dar vita alla Comunità Laudato si' Castelli Romani. Come un leit motiv questa esortazione è il vero motore delle riflessioni e delle iniziative che la Comunità porta avanti con uno sguardo sulla realtà "complesso", così come l'enciclica richiede. Fin dagli inizi, la forza centripeta della Laudato si’ ha coinvolto persone, associazioni, realtà ecclesiali e non, ad impegnarsi congiuntamente in funzione di quelle intuizioni rivoluzionarie e allo stesso tempo universali del documento. Da questo impulso i numerosi fronti di impegno: iniziative formative, passeggiate ecologiche, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno