· Città del Vaticano ·

L’Ue attiva il meccanismo di protezione civile tra gli Stati

Il sud della Turchia avvolto dalle fiamme

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
05 agosto 2021
Ankara , 5. Decisamente preoccupante in molti Stati del sud Europa la situazione legata all’emergenza incendi, anche in previsione dell’arrivo di nuove ondate di caldo torrido. Particolarmente grave quella in Turchia, sull’intera costa sud. Le province più colpite sono quelle di Antalya, Marmaris e Mugla (dove è stata evacuata la centrale elettrica di Kemerkoy), anche se i roghi hanno colpito complessivamente 39 delle 81 province del Paese. Negli ultimi 8 giorni sono stati ridotti a cenere circa 100 mila ettari di foresta, quasi 10 volte la media di 13mila ettari all’anno bruciati tra il 2008 e il 2020. Soprattutto 8 persone hanno perso la vita, e circa 17mila tra i soli residenti di 28 villaggi nei pressi delle località turistiche di Manavgat, Bodrum e Milas sono stati evacuati dalle proprie abitazioni, cui si sono ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno