· Città del Vaticano ·

La Lituania respinge i migranti in arrivo dalla Belarus

04 agosto 2021
Vilnius, 4. I primi duecento migranti sono stati fermati e verranno respinti: la Lituania, dopo settimane di una pesantissima crisi alla frontiera con la Belarus — con quattromila persone in cerca di un corridoio di approdo all’Unione europea — prende provvedimenti restrittivi. Come deciso dalla ministra degli interni lituana, Agné Bilotaité, la guardia di frontiera sta adoperando da oggi la forza per rimandare verso la Belarus i migranti, soprattutto cittadini iracheni, in fuga dalla guerra e dalla fame nei loro Paesi. Non una “barriera fisica”, come era stato detto nei giorni scorsi, ma un severo dispositivo di sicurezza sul quale poco è stato reso noto. «La Commissione — aveva precisato ieri un portavoce dell’esecutivo di Bruxelles — non finanzia barriere: il nostro supporto è per la gestione ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno